L’essenza della Turchia

Aperte le iscrizioni al nuovo tour della Edificatrice in programma in autunno. Oltre 9.000 anni di storia, a cavallo di Oriente e Occidente. Sotto lo stesso cielo, due civiltà convivono e si intrecciano in atmosfere uniche: minareti e cupole da contraltare a edifici e strade moderne, il fascino misterioso dell’Oriente e la storia dell’Occidente. Per assaporare questo incontro affascinante e gustare l’armonia indescrivibile che sprigiona la Edificatrice ha studiato un tour unico, che toccherà i luoghi e la atmosfere più caratteristiche, senza però trascorrere ore ed ore in pullman.

L’itinerario studiato partirà dalla Moschea del Sultano Ahmet in Istanbul, meglio conosciuta come Moschea Blu, per le sue meravigliose maioliche di Iznik, oltre 21.000 piastrelle in ceramica dalle diverse tonalità di azzurri e blu che ricoprono l’interno della moschea rendendola una vera e propria opera d’arte. Con i suoi imponenti minareti e la forma aggraziata, la moschea venne realizzata dal sultano esattamente di fronte ad Aya Sofia per competere in bellezza e grandiosità con l’opera di Giustiniano.

Altra tappa importante è il palazzo Topkapi, per tre secoli residenza dei sultani, un susseguirsi di corti e tesori: pietre preziose, calligrafie e miniature, porcellane cinesi, armi e molto altro ancora. Fra queste sale delle udienze, giardini di cedri e il famosissimo Harem. Imperdibile in Istanbul è la maestosa moschea di Santa Sofia, dedicata alla Divina Sapienza (e non a santa Sofia), voluta da Giustiniano e ultimata nel 537, rimase la chiesa più importante per la cristianità sino al 1453, quando Costantinopoli cadde sotto l’Impero Ottomano. Dedicata alla Divina Sapienza (e non a santa Sofia), voluta da Giustiniano e ultimata nel 537, rimase la chiesa più importante per la cristianità sino al 1453, quando Costantinopoli cadde sotto l’Impero Ottomano. Sormontata da un’enorme cupo dal 1934 la chiesa, funge da museo. L’itinerario porterà a visitare anche la cisterna sotterranea, Yerebatan Sarayı, enorme serbatoio bizantino con volte e centinaia di colonne. Ottimamente conservata, si visita grazie a comode passerelle, con sottofondo di musica classica.

E, infine, la Moschea di Eyüp (Eyüp Sultan Camii), la più grandiosa della città, fu progettata nel XVI sec. dal famoso Sinan, uno dei più importanti architetti ottomani, per celebrare i trent’anni di regno di Solimano il Magnifico. Dalla cupola centrale alta 53 m per un diametro di 27,50 m, si diramano altre cupole su cui svettano quattro minareti. È il luogo più sacro di Istanbul. Si possono incontrare ragazzini agghindati da principi: è la cerimonia che precede la circoncisione.

A completare il viaggio anche un salto nel tempo presso i siti archeologici e in Cappadocia con il suo paesaggio e le sue valli spettacolari.

Una settimana da sogno, immersi nella storia millenaria di questo Paese di confine, crogiolo di razze, civiltà, colori, suoni e profumi. Una nuova avventura, da vivere con i compagni di viaggio di sempre. Il tour si effettuerà solo con la partecipazione di minimo 25 partecipanti, in quanto lo stesso è fuori catalogo ed in esclusiva con i trasferimenti aerei interni.