STOP alle false cooperative. Firma anche tu!

STOP alle false cooperative. Firma anche tu!

C’è ancora tempo per firmare e sostenere la raccolta di firme per la proposta di legge di iniziativa popolare “Stop false cooperative” per chiedere al Parlamento di approvare una norma con misure più severe e incisive per contrastare il fenomeno delle false cooperative. I cittadini e i cooperatori che non hanno firmato a Muggiò potranno firmare anche giovedì 10 e venerdì 11 settembre a Milano, in zona Corso Buenos Aires. Qui, in piazza Argentina, ci sarà uno stand dove dalle 8 alle 20, muniti di un documento di identità (carta di identità, patente o passaporto), potranno apporre la propria firma .. e assaggiare una squisita mela del consorzio cooperativo Melavì della Valtellina. Un dono simbolico ai firmatari in linea con lo slogan di queste giornate e di questa campagna:“Via le mele marce!”.

2015-07-26 11.00.48Con la proposta di legge popolare, che dovrà essere sostenuta da almeno 50 mila firme in tutta Italia entro ottobre, l’Aci, l’Alleanza delle Cooperative Italiane,  a cui aderiscono Legacoop, Confcooperative e Agi, chiede al Parlamento di approvare una norma con misure più severe e incisive per contrastare il fenomeno delle false cooperative, imprese che si travestono di uno statuto cooperativo ma che di fatto operano come imprese di altri tipo, utilizzando strumentalmente la forma giuridica della cooperazione perseguendo finalità estranee a quelle mutualistiche.

“Nel mercato pulito e trasparente, le persone oneste ovviamente vincono. In un mercato opaco, chi è più furbo può avere diritto di cittadinanza e questo in un Paese civile non può esistere. La lotta contro le false cooperative, ancor prima che un dato economico, è un dato di civiltà sociale, di opposizione all’illegalità e per un mercato pulito e trasparente”. Così il presidente di Legacoop nazionale e co-presidente dell’Alleanza, Mauro Lusetti, ha sintetizzato le motivazioni della campagna “Stop false cooperative”.

Grazie all’impegno di soci, lavoratori e volontari per “Stop false cooperative”, partita da due mesi in tutta Italia, sono state già raccolte 30 mila firme. “Dietro le false cooperative – ha detto Lusetti -, c’è di frequente un fenomeno di dumping contrattuale, di evasione fiscale, di non rispetto dei diritti dei lavoratori e molto spesso anche un tema di criminalità organizzata”. Da adesso al termine della campagna ad ottobre, ha aggiunto Lusetti, “continueremo nella raccolta, che ha già avuto il sostegno di testimonial e alti rappresentanti delle istituzioni, per coinvolgere nella nostra iniziativa anche le parti politiche, associative e sindacali”.

2015-07-26 11.09.54Anche il Comune di Muggiò ha aperto le porte a questa iniziativa. Domenica 26 luglio in mattinata le cooperative del territorio che promuovono la raccolta firme, Cooperativa Edificatrice di Muggiò, Coop Lombardia e Cooperativa Villoresi hanno spiegato ai cittadini il valore della petizione e raccolto firme  in piazza Garibaldi a Muggiò. Inoltre il Comune di Muggiò ha dato l’opportunità a tutti i residenti di firmare presso l’ufficio Elettorale fino al 1 settembre. L’ultima occasione per chi non è riuscito in questo lasso di tempo ad aderire all’iniziativa è ora recarsi a Milano, in piazza Argentina, il 10 e 11 settembre. Per mettere la propria firma contro “le mele marce” che rovinano il buon nome e l’immagine della sana cooperazione, bistrattandone i valori che hanno portato alla sua nascita.

 

Tutte le informazioni e gli aggiornamenti in tempo reale sul sito della campagna STOP ALLE FALSE COOPERATIVE.