Meteore, mostra di Pizzichini

A cura di Vittorio Amedeo Sacco

Sabato 12 settembre, alle ore 17.00, Villa Casati Stampa di Soncino apre le porte all’arte contemporanea dell’artista senese Carlo Pizzichini, nella personale “Meteore“, organizzata e promossa dalla Cooperativa Edificatrice di Muggiò, con il patrocinio del Comune di Muggiò.

Un nuovo appuntamento con l’arte contemporanea, in occasione della sagra cittadina. Una nuova occasione per intercettare e ammirare da vicino il percorso di un poliedrico artista di primo piano del panorama italiano contemporaneo e internazionale.

Carlo Pizzichini, nasce a Monticiano (Siena) e fin dall’infanzia entra in contatto con l’arte decorativa grazie alla professione e la passione del padre che lo sostiene ed esorta negli studi artistici. Frequenta a Siena la scuola media annessa all’Istituto d’Arte dove si diploma a pieni voti, distinguendosi poi anche a seguire come uno dei migliori studenti dell’Accademia di Belle Arti di Firenze. Iniziano presto a fioccare premi nazionali e incarichi di lavoro per diversi committenti – istituti bancari, istituzioni religiose, architetti e privati – così come i viaggi all’estero che gli permettono di mantenere relazioni con diversi ambienti culturali. Da sempre molto eclettico, al linguaggio pittorico, affianca ben presto il ventaglio dei materiali che predilige per la sua ricerca artistica lavorando con la ceramica, la terracotta, il bronzo, la pietra, il vetro.  Lavora negli studi di Zurigo, Canton Ticino, Celle Ligure e Siena. Oggi è direttore artistico del Premio Arte dei Vasai, organizza e promuove esposizioni e corsi di pittura.

Sue opere si trovano in musei, collezioni private e istituti bancari in Italia, Svizzera, Liechtenstein, America, Cina, India, Russia, Spagna, Germania e Medio Oriente. Ha insegnato Tecniche Pittoriche delle Arti Contemporanee all’Accademia di Belle Arti di Brera, Bologna e Carrara. Nel 2010 l’Alta Formazione Artistica e Musicale lo incarica del ruolo di Titolare di Cattedra di Pittura all’Accademia di Belle Arti di Sassari per poi passare a quella di Firenze, dove attualmente insegna.

La personale “Meteore”, curata da Vittorio Amedeo Sacco, sarà l’occasione per assaporare la sua poetica e la sua arte, strumento privilegiato di indagine della realtà, restituita e filtrata, attraverso tele pittoriche, installazioni,  oggetti di ceramica, in dimensioni immaginifiche multiformi, capaci sempre di stupire per forza e originalità.

In apertura anche una performance esclusiva che coniugherà l’arte della ceramica e quella della musica:Marcello Mannuzza e Guido Garbarino due ceramisti appartenenti alla tradizione della scuola ceramista ligure, muniti di tornio daranno vita a delle opere in ceramica sulle note della fisarmnica di un grande musicista muggiorese, Bruno Poletto. In questo dialogo fra arti interverrà anche l’artista Carlo Pizzichini, rifinendo le opere con una sua chiosa artistica.

La mostra è stata realizzata anche grazie al sostegno di Consorzio Montale, Legacoop Lombardia, Unipolsai, Cazzaniga Impianti e Studio Merati.

Meteore. Personale di Carlo Pizzichini
Dal 12 settembre al 18 ottobre c/o Villa Casati Soncino Stampa
Tutti i giorni, tranne il lunedì dalle 16.00 alle 19.00.
Ingresso libero

Live COVID-19